Ho sempre sentito il viaggio come un’azione rigenerante e arricchente. Mai come ora vivo lo spostamento nello spazio e nel tempo come azione che, nello spazio liminale, crea vita. Così in ogni dove, in ogni tempo senti il brivido della morte e della vita attraversare la tua essenza più profonda. Eh si perchè muori solo se sei vivo e rinasci solo se sei morto.
Il nostro destino in corsi e ricorsi di vita, viaggi, cammini, attese, cadute, partenze e arrivi. Nel giorno che non ti aspetti, scopri che tutto quel che ti serve per vivere sono poco più di tre valigie e tanto amore. Con il fiato sospeso attraversi l’impossibile e ti catapulti nel luogo dove dovevi essere da sempre. Il viaggio si prospetta complicato perchè non sono i confini a limitare il nostro andare, ma sono l’orgoglio, l’apparente illusione di poter essere senza l’amore, senza quell’essenza del Divino che dona respiro, che crea miracoli nel deserto delle nostre sclerotiche certezze e determinazioni.
E mentre viaggi sospeso nel tempo e nello spazio, osservi intorno a te la tenerezza e quell’umanità che ti riporta a casa. L’attenzione per un alito di vita diventa esplosione atomica di meraviglia e speranza in questo povero mondo, dove tutto sembra perduto, ma non lo sará mai se sapremo che il nostro movimento crea energia e vita sempre e per sempre. Bello ritornare nel paese del vento, nella terra del sole e di uno dei mari più belli al mondo, la Sardegna, ma ancor più prezioso aver imparato da questa terra ad essere cittadino del mondo, perchè esistiamo in ogni luogo dove lasciamo un po’ del nostro cuore. Grata per tanti motivi per questo viaggio durato solo 36 ore accolgo questo ritorno come nuova partenza, perchè il segreto per vivere è attraversare ogni istante il mondo con la mente e il cuore, trovando in ogni luogo un battito del nostro cuore.
Grazie vita che mi doni, tempi difficili per crescere nella consapevolezza che sei vivo solo se ti muovi, che vivi solo se sai morire alle abitudini, alle cose scontate, se ti meravigli per quel tutto che trasforma il niente. Pronta per un altro viaggio, this is life!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento